Centro Ascolto

ascolto-2.jpg

Il Centro AscoltoGT ha iniziato il suo servizio nell’aprile 2013. Abbiamo scelto il nostro motto “concentrarsi sugli altri”, perché questa è la nostra Missione. Gesù ci ha detto “ama il prossimo tuo come te stesso“.

Abbiamo desiderato e voluto vivere questo servizio; è un aspetto della nostra vita concreta. Siamo persone del Movimento di Gloriosa Trinità: Cinzia, Federica (sempre presente con noi), Giovanna e Maria, che con gioia si sentono chiamate, e hanno ricevuto il mandato dal nostro fondatore Don Andrea Swiecinski.

Gli obiettivi del Centro AscoltoGT

Il Centro AscoltoGT è nato per essere a disposizione dei fratelli e sorelle perché si raccontino nelle loro sofferenze e fatiche. In particolare il nostro desiderio è aiutare le persone, che stanno vivendo un momento particolarmente difficile, a far emergere il senso di Gesù nella propria vita.

Al giovedì prima dell’accoglienza al Centro di Ascolto, partecipiamo alla Santa Messa dei lavoratori, nella Chiesa di San Bartolomeo a Milano: è la nostra introduzione al servizio perché siamo convinte che senza l’aiuto di Dio non arriviamo a nulla.

Nell’incontro e nell’ascolto dei fratelli, cerchiamo di capire quali sono i problemi esistenti da risolvere e decidiamo, insieme alle persone che si presentano, quali servizi di sostegno sono utili.

A chi ci rivolgiamo

Il servizio inizialmente era indirizzato alle persone che frequentano il Movimento Gloriosa Trinità, ben presto però la cerchia si è allargata.
Molti sono i fratelli che si presentano alla ricerca di lavoro: facciamo con loro un colloquio e poi diffondiamo il curriculum, o tramite conoscenze dirette oppure attraverso altri Centri.

Abbiamo avuto un periodo in cui si sono avvicinati fratelli senza tetto, dove purtroppo la loro richiesta era solo il lavoro. Cibo a Milano ne trovano perché esistono parecchi punti di distribuzione e posti per dormire esistono, ma ci siamo accorte che quasi tutti questi fratelli preferiscono dormire all’aperto, vicino alle persone che conoscono e di conseguenza hanno creato delle piccole comunità; anche durante l’inverno non hanno voluto un posto “coperto e caldo”, perché secondo loro è senza sicurezza.

Le attività in corso

Stiamo attualmente seguendo alcune famiglie in difficoltà economica. Il nostro aiuto non è dare loro dei soldi ma distribuire alimenti non deperibili e offrire un aiuto morale e spirituale.

E’ grazie a tutta la Comunità di Gloriosa Trinità che possiamo aiutare in maniera concreta le famiglie che si sono accostate al Centro Ascolto GT. L’ultima settimana di ogni mese, al lunedì ed al giovedì sera, raccogliamo viveri per questi nostri fratelli: una goccia che fa vivere un pochino meglio.

Gesti che lasciano il segno

Da ricordare, perché molto toccante: Avevamo lanciato anche un SOS per una raccolta straordinaria per i fratelli Eritrei che erano approdati a Milano nel maggio 2014. La risposta è stata generosa da parte di tutta la Comunità e davvero abbiamo potuto offrire la nostra goccia. Abbiamo svuotato il nostro piccolo magazzino scorte donando ai fratelli Eritrei tutto quanto avevamo. In questa occasione era presente una famiglia che normalmente frequenta il Centro Ascolto, anche per loro avevamo preparato un “pacco d’estate”. Questi amici, avendo constatato quanto avveniva – stavamo infatti caricando un piccolo camioncino con cibo ed altro da offrire ai fratelli Eritrei – hanno voluto contribuire con il loro “pacco”, consapevoli che con il poco che hanno riescono comunque a vivere, mentre questi fratelli Eritrei mancano di tutto…

Ecco questo è il vero obiettivo, creare un cuore nuovo, di “carità in tutti”. Il povero non è solo chi non ha ma anche chi non sa condividere quello che ha. Così abbiamo pensato di non limitarci a fornire solo un aiuto assistenziale, in Milano sono già molti a farlo, ma di rispondere ad un bisogno più profondo indicando la strada del dono gratuito.

La nostra opera di evangelizzazione

Alcune persone che normalmente frequentano il nostro AscoltoGT, si sono riaccostate alla Santa Messa e frequentano anche la Messa dei lavoratori.

Grazie a Gesù per la vita di tutti i fratelli che in questo periodo abbiamo incontrato tramite il Centro Ascolto GT. Ancora una volta il Signore ci ha dimostrato che Lui vuole da noi il nostro cuore, il resto lo mette Lui, quindi risolve Lui le situazioni. Ora abbiamo un angelo in più che ci protegge e ci aiuta: Federica!

Anche di fronte a difficoltà umanamente impossibili da cambiare, invocando lo Spirito Santo e i nostri angeli, è stato dimostrato che emerge la strada giusta per la soluzione del “problema”. La nostra speranza è sempre forte e sappiamo che è posta in mani sicure, come dice Papa Francesco: “la misura di Dio è senza misura! quindi amare senza misura!” così arriva “l’aiuto”. Quanti cuori bellissimi abbiamo scoperto! Sappiamo che il vero problema non è tanto la situazione difficile che stanno vivendo questi nostri fratelli, ma bensì l’assenza di Dio nella loro vita, quindi hanno sete di Dio, di un Dio dimenticato.

Oltre il loro ritorno alla Santa Messa, la “ricerca vera” e approfondita nella loro vita, la scoperta della presenza di Gesù nella loro quotidianità attravesro i nostri incontri, è nata anche un’amicizia di cuore e loro stessi hanno cominciato ad avere una maggiore attenzione agli altri.
Un grande cambiamento di cuore è avvenuto anche in noi.

Credere nella carità suscita carità
(Benedetto XVI)

In sintesi

AscoltoGt è frequentato, oggi, da alcune famiglie in difficoltà che noi accogliamo ed aiutiamo con la distribuzione dei viveri, una o due volte al mese.

Verifichiamo l’esistenza di bandi dei diversi Enti pubblici per essere di supporto alla situazione delle persone che arrivano. Se necessario, espletiamo anche pratiche di invalidità civile o assegno sociale, a secondo dell’esigenza.

Tutto il Movimento Gloriosa Trinità ha ben presente che esistiamo, grazie a Dio siamo un punto di riferimento e in caso di necessità, a noi si rivolgono per:

  • ricerca di badante o colf
  • approfondire le posizioni INPS o inoltrare pratiche all’INPS
  • compilazione e inoltro dichiarazione dei redditi (730- Unico) o richiesta di ISEE (siamo autorizzati il collaborazione con il CAF ACLI)

Il nostro sogno

Il nostro sogno è quello di poter dare da mangiare e lavoro alle persone disoccupate. Davanti al fratello che vive nel bisogno, che è senza mezzi di sostentamento, che patisce la fame e la sete, che si vergogna della propria indigenza, siamo interpellati personalmente e concretamente a condividere quello che possediamo. Siamo chiamati a sfamare quanti ne hanno bisogno con un servizio di “mensa” e nel contempo dare lavoro a coloro che sono senza; per noi “dare da mangiare” significa anche “fare da mangiare”, perché cucinare e preparare il cibo per qualcuno equivale a dire: “io voglio che tu viva dignitosamente”. Mangiare richiede tempo e capacità di relazione e comunione, quindi condividere la tavola è creare nuove relazioni, conoscere l’altro.

Lasciamo lavorare Gesù nei nostri cuori: potrebbe nascere qualche “Missione” che ci sconvolgerà per aiutare i fratelli che sono nel bisogno (materiale, fisico e morale)!

Intervista ad Elena

Intervista a Federica

Intervista a Maria